Gori Daniele
italian painter

Fabrizio Pasi




Fabrizio Pasi (1971) si laurea in Lettere Moderne (1996) e in Conservazione dei beni culturali (2003).

Collabora da tempo con il settimanale ”Sette Sere” di Faenza.
E ’stato un tutor per il Cepu e in altro istituto privato, e per qualche tempo ha lavorato anche nella Biblioteca Universitaria di Palazzo Corradini a Ravenna.
Ha lavorato in progetti editoriali ”Guida Danza” (2007) e ”Sorveglianza e Conoscenza”(2008).
Con la società editrice “Il Ponte Vecchio” ha pubblicato la raccolta di poesie Negli occhi dell’alba (Cesena, 2009), il romanzo Nero di Bologna (Cesena, 2009) e il romanzo  La casa in riva al fiume che non c’e’ (Cesena, 2011).





La casa in riva al fiume che non c’e’

un giallo a Bagnacavallo


Anche la dolce e tenue Bagnacavallo puo’ essere teatro di una catena di delitti efferati che sembra non dover mai finire.
Succede quando lo sguardo delluomo si ferma sul passato, e la storia della terra prende il sopravvento, fino al parossismo, su ogni altro valore. E’ il senso ultimo della “Casa in riva al fiume che non c’e'”, una contraddizione di termini radicata nell’animo di chi respira nel presente ma vive nel passato, in un passato distorto e mitizzato. Finche’ non ci si mettono anche le stelle.
Le avventure di Marco Santini – giornalista col “vizio” dell’indagine, gia’ protagonista di “Nero di Bologna” – dalla dotta sofferente Bologna proseguono, assieme al lato rosa della vita, nel cuore ricco e arcaano della Romagna, terra di civilta’ antiche, di pensieri profondi e, quasi dietro ogni angolo, di insospettabile mistero.

Casa editrice ”Il Ponte Vecchio”, pagg. 144. euro 13,00 Buy





Nero di Bologna



“Nero di Bologna” non è un colore vero. Non è in alcuna tavolozza del pittore e non il colore della notte.
“Nero di Bologna” è piuttosto un sangue nero, il colore della perdita di esseri umani in un mondo che non può più comprendere le ragioni e gli obiettivi, forse perché solo dettata dall’economia, o forse perché non ci sono più.
A Bologna, in un palazzo di periferia si intrecciano storie apparentemente comuni alle persone, legate al dolore sottile di una città che piange ancora la sua caduta ideologia. Finché una catena di delitti. . .
Sondaggi, l’amore, surreale e onirico sono gli ingredienti di una storia svolte dalla sensazione che l’unica cosa che può salvare l’uomo è l’amore.

Case editrici ”Il Ponte Vecchio”, pagg. 136. euro 12,00 Buy








Negli occhi dell’alba



In un linguaggio chiaro e trasparente, “Negli occhi dell’Alba “ racconta una storia d’amore giovane e dolorosa, che rappresentano le tensioni e le speranze, delusioni e ricordi, sogni e tenerezza. Il tema dell’amore è accompagnato da altri, si mescola all’impegno sociale, che penetra profondamente nel testo in modo lirico, non è più divisibile né per lingua, né da parte della pianta simbolica.
Avanti e anche accanto l’amore per Michael è la convinzione che la realtà materiale di oggi abbrutisce l’uomo, la cui unica salvezza sarà sovvertire il mondo, a rimborsare su una base diversa: quella di prima, in una ”impossibilità di non-amare”, l’uomo che si arrende al suo declino attuale e ciò che gli permette di ritrovare finalmente la sua umanità.

Case editrici ”Il Ponte Vecchio”, pagg. 64, euro 8,00 Buy








Daniele Gori artist